[ GUIDA ] Come installare WordPress in locale con XAMPP

In questa guida spiegherò come installare WordPress in locale con XAMPP. Installare WordPress in locale infatti è il primo passo utile per iniziare a sviluppare un sito web o un blog prima di metterlo online.  L’installazione di wordpress in locale con XAMPP permette inoltre di poter conoscere e utilizzare phpmyadmin, uno strumento utilizzato dalla maggior parte delle aziende di hosting per la gestione dei database. Passiamo ora alla parte pratica della guida!

1. Scaricare XAMPP

Per iniziare scaricate XAMPP direttamente dal sito ufficiale ( https://www.apachefriends.org/download.html ) e scegliete la versione adatta al vostro sistema operativo.

xampp-screenshot

Al termine del download cliccate due volte sul file che avete scaricato per avviare l’installazione di XAMPP. Lasciate tutte le impostazioni di default durante l’installazione. Quando sarete arrivati all’ultima fase di installazione vi verrà chiesto se volete installare Bitnami, a quel punto cliccate su “NO” dato che a noi non serve. Dopodichè avrete terminato la fase di installazione.
Consiglio personale: Ricordatevi di cancellare il file di installazione di XAMPP scaricato in precedenza per non sprecare spazio nell’ hard disk.

2. Scaricare l’ultima versione di WordPress

Andate nel sito ufficiale di WordPress Italia ( http://it.wordpress.org/ ) e cliccate sul pulsante “Download” per scaricare l’ultima versione aggiornata di WordPress.

wordpress-italia-screenshot

Dopo aver terminato il download spostate il file appena salvato all’ interno della cartella “HTDOCS” creata da XAMPP nel vostro hard disk che trovate al seguente percorso ( se avete lasciato tutte le impostazioni di default di XAMPP ):

C:/xampp/htdocs/

Dopo aver spostato il file estrate l’ archivio e dovreste avere una cartella chiamata “wordpress” come nell’ immagine sottostante. Rinominate quella cartella con il nome del vostro sito ad esempio “il-mio-primo-sito-web” e cancellate l’ archivio salvato in precendenza oppure conservatelo per una futura installazione di un altro sito.

wordpress-hard-disk

All’interno della cartella vedrete diversi file che servono a WordPress per poter funzionare correttamente.
NOTA BENE: Segnatevi il nome del database pechè a breve dovrete inserirne il nome in una pagina.

ATTENZIONE! Cancellando uno qualsiasi di quei file rischierete di non fare funzionare correttamente WordPress in locale.

3. Avviare il server e il database in XAMPP

Arrivati a questo punto dobbiamo far partire il nostro server virtuale sul nostro computer. Avviate XAMPP che avete installato in precedenza. Vi troverete davanti una finestra con varie voci. Quelle che interessano a noi sono “Apache” ovvero il server virtuale e “MySQL” che serve per avviare il database collegato al server.
Cliccate sui pulsanti start di tutte e due le voci come nell’ immagine sottostante.

xampp

Dopo aver cliccato sulle due voci se tutto è andato a buon fine vedrete che le due voci saranno evidenziate di verde!
Quando avrete finito di utilizzare XAMPP dovrete solo cliccare su stop in tutte e due le voci e poi exit per chiudere il programma.

4. Creare il database

E’ giunta l’ora di creare il database di WordPress su phpmyadmin, uno strumento utilizzato dalla maggior parte dei servizi di hosting che permette di creare database in uno solo click. Per prima cosa aprite il browser preferito e nella barra degli indirizzi scrivete il seguente indirizzo: http://localhost/phpmyadmin/
Se xampp funziona correttamente vi si aprirà una pagina come l’immagine sottostante nel quale dovrete assicurarvi che la lingua settata sia in italiano, poi successivamente cliccate nella voce database.

phpmyadmin-1

Nella sezione database troverete il form “Crea un nuovo database” dove dovrete inserire il nome del vostro sito senza spazi. Dopodichè cliccate su “CREA” e comparirà un messaggio di conferma per l’ avvenuta creazione del database.
NOTA BENE: Segnati il nome del database pechè a breve dovrai inserirne il nome in una pagina.

5. Installare WordPress

A questo punto apriamo una nuova finestra del browser e nella barra degli indirizzi scrivi quanto segue: localhost/nome-sito/wp-admin/install.php ( nome-sito deve essere sostituito con il nome che avete assegnato alla cartella di WordPress rinominata in precedenza ). Se avete fatto tutto correttamente dovrebbe comparirvi una pagina uguale a quella sottostante. Cliccate su “Crea un file di configurazione” per proseguire.

wordpress-configuration

Vi si aprirà una pagina dove vi verrà riepilogato il necessario per proseguire con l’ installazione di WordPress. Cliccate sul pulsante “Iniziamo!” per proseguire.
A questo punto vi verranno chiesti alcuni dati che dovrete compilare come nell’ immagine sottostante:

wordpress-settings

In NOME DATABASE assicuratevi di aver inserito il nome del database creato in precedenza. Per proseguire cliccate su “INVIA“. Se tutto è corretto vi apparirà una pagina in cui vi verrà detto che i dati inseriti sono corretti e potrete quindi procedere con l’ installazione di WordPress!
In caso di errore cliccate su riprova e controllate di aver inserito correttamente tutti i dati.

6. Configurare WordPress

Complimenti, siete riusciti a installare WordPress correttamente! Ora non vi rimane che compilare gli ultimi dati per poter iniziare a utilizzare in locale il vostro sito WordPress nuovo di zecca!

Ecco una descrizione dei dati richiesti:

Titolo sito: Inserisci il nome che vuoi dare al tuo sito.
Nome utente: E’ il nome con il quale effettuerai l’ accesso al tuo sito. Di default è admin.
Password: Inserisci la password con la quale effettuare l’ accesso al pannello di wordpress.
Tua e-mail: Inserisci la mail alla quale vuoi che venga inviato un promemoria con i tuoi dati di registrazione.
Privacy: Dato che il sito è offline questa voce non è necessaria quindi lasciala pure così com’è di default.

Consiglio personale: Salvate il nome utente e password perché vi serviranno per effettuare i futuri accessi al tuo sito.

Dopo che avrete compilato i dati cliccate su “Installa WordPress” per proseguire con l’installazione di WordPress. Se tutto è andato a buon fine vi comparirà una pagina di successo! Cliccate su Login per effetturare l’ accesso al vostro sito WordPress.
In futuro, per effettuare l’ accesso al pannello di WordPress potrete farlo scrivendo il seguente indirizzo nel browser: localhost/nome-sito/wp-admin

Questo è tutto! Nel caso in cui vogliate installare più siti WordPress in locale non dovrete fare nient’altro che seguire nuovamente la guida dal punto 4 in poi.

Nel caso in cui vogliate personalizzare il vostro sito WordPress con dei temi professionali e personalizzati potete trovare centinaia di temi cliccando direttamente su questo LINK.

themeforest

Spero che il tutorial sia stato di vostro aiuto! Se, dopo aver installato WordPress in locale con Xampp la vostra intenzione è quella di creare un ecommerce con WordPress, allora vi consiglio di leggere la guida dedicata a tale scopo che potete trovare cliccando su questo LINK.

Un saluto, a presto!

Salvatore Mezzatesta
info@salvatoremezzatesta.com

Sono un Creative Designer specializzato nella progettazione grafica di template e interfacce utente per siti web e applicazioni, oltre alla realizzazione di progetti di advertising online ( Social Networks, DEM, SEM ) e offline. Ho maturato l’esperienza necessaria per portare avanti progetti sia in maniera indipendente che in team lavorando per diversi progetti tra cui il restyling del sito delle Grotte di Frasassi, la realizzazione del sito web della facoltà di architettura per conto della Kent State University, oltre ad aver lavorato a stretto contatto con diverse start-up come Pop.it, Swite.com e Viralize.com oltre ad aver lavorato presso LCD, uno degli studi di progettazione grafica maggiormente riconosciuti in Italia.

72 Comments
  • valentina
    Posted at 13:15h, 22 maggio Rispondi

    Grazie mille sei stato chiarissimo!mi serviva proprio questa guida

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 09:35h, 23 maggio Rispondi

      Ciao e grazie a te! Spero che la guida sia stata chiara e semplice da seguire. Comunque a breve scriverò anche un tutorial su come creare un E-Commerce con WordPress utilizzando Woocommerce. Rimani sintonizzata se non vuoi perdertela!

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 10:50h, 24 settembre Rispondi

      Ciao Valentina, grazie a te per i complimenti! Continua a seguirmi anche nella mia pagina facebook per ricevere aggiornamenti sugli articoli e le guide che pubblicherò a breve: https://www.facebook.com/mezzatestasalvatore
      Saluti! 🙂

  • Agata Amato
    Posted at 10:40h, 24 settembre Rispondi

    Grazie davvero! una guida, finalmente, chiara e completa che non lascia nulla per scontato. Sto cambiando il tema al mio sito e prima vorrei crearlo in locale e sono riuscita ad installare wp in locale grazie a te! metterò la pagina tra i miei preferiti!
    Ciao

  • Christian
    Posted at 12:24h, 17 novembre Rispondi

    Grazie mille, ma ho un problema, nel momento in cui clicco “Start” su “Apache” mi dice che non riesce

    “12:22:35 [Apache] Attempting to start Apache app…
    12:22:35 [Apache] Status change detected: running
    12:22:36 [Apache] Status change detected: stopped
    12:22:36 [Apache] Error: Apache shutdown unexpectedly.
    12:22:36 [Apache] This may be due to a blocked port, missing dependencies,
    12:22:36 [Apache] improper privileges, a crash, or a shutdown by another method.
    12:22:36 [Apache] Press the Logs button to view error logs and check
    12:22:36 [Apache] the Windows Event Viewer for more clues
    12:22:36 [Apache] If you need more help, copy and post this
    12:22:36 [Apache] entire log window on the forums”

  • Christian
    Posted at 12:50h, 17 novembre Rispondi

    cercando il problema sono riuscito a risolverlo… in parte… Ora sono bloccato al passo successivo… cercando di connettermi all’indirizzo che hai indicato mi viene fuori una pagina rossa con scritto:


    Benvenuto in phpMyAdmin

    Errore

    Messaggio di MySQL: Documentazione
    #1045 – Access denied for user ‘root’@’localhost’ (using password: NO)
    Connessione per controluser come definito nella configurazione fallita.
    phpMyAdmin ha provato a connettersi al server MySQL, e il server ha rifiutato la connessione. Si dovrebbe controllare il nome dell’host, l’username e la password nel file di configurazione ed assicurarsi che corrispondano alle informazioni fornite dall’amministratore del server MySQL.”

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 18:01h, 24 novembre Rispondi

      Ciao Christian, potresti dirmi qual’ è l’indirizzo dove ti viene restituito l’errore?

  • De Pietro Marco Antonio
    Posted at 17:57h, 27 dicembre Rispondi

    dove posso trovare xampp 5.4 ?

  • Marco Scattolin
    Posted at 17:09h, 03 gennaio Rispondi

    Molto bella la giuda ma devo avere sbagliato qualcosanel punto 5 perche mi esce questo messaggio:
    Oggetto non trovato!

    L’URL richiesto non esiste su questo server. Se hai scritto l’URL a mano, per favore controlla che non ci siano errori.

    Se pensi che questo sia un errore del server, per favore contatta il webmaster.
    localhost
    Apache/2.4.10 (Win32) OpenSSL/1.0.1i PHP/5.6.3

    Che dovrei fare?

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 18:20h, 13 gennaio Rispondi

      Ciao Marco! Hai attivato correttamente i moduli Apache e MySQL? Oppure prova a fare una ricerca incollando l’errore direttamente su Google. A volte è la miglior soluzione a questi problemi 🙂

  • Ilario
    Posted at 11:42h, 12 febbraio Rispondi

    io non vedo le funzioni e le immagini dei temi, ne nelle anteprime e ne quando li installo, vedo solo scritte, da cosa puo dipendere???? grazie sei molto bravo e gentile, ti ho pubblicizzato molto ai miei amici con le tue guide, cerca di non deludermi

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 00:11h, 24 febbraio Rispondi

      Ciao Ilary! Grazie per i complimenti, cerco di fare il possibile 🙂
      Comunque cosa intendi per funzioni dei temi? Ti ricordo che i temi di default non hanno nessun pannello dedicato alla personalizzazione ma utilizzano il pannello default di WordPress che trovi dentro aspetto/personalizzazione nella sidebar del pannello di controllo. Comunque a volte gli errori relativi a schermate mancanti derivano dal non aver incollato correttamente tutti i file nella cartella htdocs. Fammi sapere se hai risolto!

  • luca
    Posted at 12:54h, 13 febbraio Rispondi

    ciao grazie per la guida. Ma se volessi avere piu’ di un sito? come faccio? ho provato a seguire tutta la guida e tutto funziona senza problemi. Ma se volessi avere un altro sito in localhost, non e’ sufficienti immagino creare un’altra cartella wordpress – nome sito – all’interno del file Xampp giusto? Esiste un altro modo?

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 00:20h, 24 febbraio Rispondi

      Ciao Luca! Innanzitutto devi creare una nuova cartella dentro htdocs rinominandola col nome del sito, al suo interno incolla i file di WordPress. Successivamente crea un nuovo database dal pannello di phpmyadmin e Dopodichè inserisci i dati del database all’interno del file wp-config.php, apri la url che c’è nell’articolo ( nomecartella/wp-admin/install.php) e il gioco è fatto!

      • luca
        Posted at 12:27h, 27 febbraio Rispondi

        grazie per la risposta Salvatore. Il motivo per il quale ti chiedo questa cosa e’ che ho un sito costruito su wix, che come puoi immaginare e’ lentissimo a caricare. Per questo ho bisogno di localhost per riportare tutti i contenuti e le pagine nel nuovo sito wordpress.org.
        Una volta impostato tutto e messo il sito online, secondo te il passaggio da wix a wordpress influisce sul SEO? io credo che non dovrebbem visto che il domain name rimane sempre lo stesso quindi tutti i link di rimando al mio sito funzionano. Sasrei contento di sapere la tua opinione. Grazie!

        • Salvatore Mezzatesta
          Posted at 13:39h, 01 marzo Rispondi

          Ciao Luca! In realtà spostando il tuo sito creato con Wix su piattaforma WordPress avresti solo vantaggi per il SEO però attenzione, i vantaggi ci sono se cancelli il vecchio sito e i contenuti li replichi sul nuovo sito WordPress altrimenti Google ti penalizza per contenuto duplicato quindi secondo me fai la cosa giusta! 🙂

  • Marcello Montinari
    Posted at 17:04h, 15 marzo Rispondi

    Grandissimo…

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 17:09h, 15 aprile Rispondi

      Marcello grazie per il complimento! Continua a seguirmi sul mio sito per rimanere aggiornato su nuovi tutorial!

  • Saro Girgenti
    Posted at 16:46h, 01 aprile Rispondi

    Salvatore avrei bisogno di aiuto. scrivo sulla barra degli indirizzi: localhost/nomecartella/wp-admin/install.php
    Mi risponde fatal error Call to undefinid function wp_cache on line 1267 e on line 615

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 16:59h, 15 aprile Rispondi

      Ciao Saro! Innanzitutto ti ringrazio per essere un mio lettore, riguardo l’errore di cui parli hai provato a incollare nuovamente tutti i file di WordPress dentro la cartella? Magari ti è scappato qualche file e l’installazione non riesce ad andare a buon fine. Altrimenti prova a cercare l’errore su Google, magari a qualcuno è capitato il tuo stesso errore e ha trovato una soluzione. Fammi sapere se riesci a risolvere! 😉

  • Luciano Balzano
    Posted at 06:52h, 11 aprile Rispondi

    Sei sicuro di avere localhost sulla porta 80? Io per esempio ce l'ho sulla porta 81 , quindi l'indirizzo è:
    http://localhost:81/nomecartella/wp-admin/install.php .

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 17:15h, 15 aprile Rispondi

      Ciao Luciano, normalmente la porta utilizzata da XAMPP è la porta 80 però può darsi che riesca a capire se è occupata da altri programmi ( come Skype ) e quindi si configuri su un altra porta. Ciao!

  • Francesco
    Posted at 10:35h, 16 aprile Rispondi

    Ciao Salvatore, complimenti per l’ottima guida e per la tua capacità divulgativa. Davvero utile e piacevole leggerti.
    Ti scrivo perchè ho commesso una sciocchezza e non so come riparare: ho creato un sito in locale, ma non riesco più ad accedere al lato amministratore. Sembra che i dati di login non siano corretti.
    Come faccio a recuperarli, dato che non me li ricordo più?

    Francesco

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 10:03h, 20 aprile Rispondi

      Ciao Francesco, grazie per i complimenti! Per quanto riguarda il tuo problema ci sono diversi modi per correre ai ripari. La prima soluzione è quella di inviarti nuovamente la password tramite il menu “È stata persa la password?” nella pagina di login ( nomesito/wp-admin ) inserendo la mail o il nome utente che hai utilizzato per il tuo account. La seconda soluzione è quella di inserire una nuova password dalla tabella relativa alla password del tuo account che puoi trovare nella tabella WP_users del database wordpress in phpmyadmin ma per farlo devi avere delle conoscenze un pò più avanzate se non vuoi fare ulteriori danni. La prima soluzione comunque dovrebbe fare al caso tuo. Fammi sapere se riesci a risolvere! 🙂

  • Tommaso Fraschetti
    Posted at 23:10h, 23 aprile Rispondi

    ottima guida

  • Alessandro
    Posted at 02:26h, 30 aprile Rispondi

    Davvero chiara questa guida per installare WordPress in locale, la consiglierò sicuramente complimenti!

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 09:14h, 30 aprile Rispondi

      Ciao Alessandro, grazie! Se sei interessato sul mondo WordPress continua a seguirmi perchè a breve pubblicherò altri tanti nuovi tutorial!

  • Stefano
    Posted at 12:04h, 19 giugno Rispondi

    Ciao Salvatore,
    anzitutto complimenti per la chiarezza espositiva della tua guida.
    Perdonami per le domande banali, ma vorrei fare tutto correttamente in modo da non incorrere in problemi nel momento in cui dovrò pubblicare tutto sul web:
    – al punto 4 spieghi come creare un nuovo DB, che deve essere il nome del sito senza spazi. Ma è necessario chiamarlo “nomesito”, oppure, ad esempio, “nomesito.com”?
    – poi, finita la procedura, si può tranquillamente installare un template premium che funzionerà correttamente anche in locale giusto?

    grazie in anticipo!

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 11:15h, 22 giugno Rispondi

      Ciao Stefano, ti ringrazio per i complimenti! 🙂
      Per quanto riguarda le tue domande il nome del DB non deve essere necessariamente uguale a “nomesito” ma deve essere un nome che riguardi il sito con qualche altra parola al riguardo ( ad esempio: officinarossidb123 ). Comunque spesso quando acquisti uno spazio hosting con database incluso il nome del database è già predefinito e non è possibile modificarlo quindi dagli pure il nome che vuoi mentre sei in locale, tanto poi quando lo metterai online dovrai cambiarlo nel wp-config.php

      Spero di esserti stato utile. Ciao!

  • Stefano
    Posted at 12:33h, 25 giugno Rispondi

    sei stato utilissimo grazie! 🙂

  • fil
    Posted at 21:26h, 16 luglio Rispondi

    ottima guida! ma volevo chiederti se è possibile lavorare su un sito in locale da più computer, tipo da casa e da lavoro, grazie

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 11:09h, 28 luglio Rispondi

      Ciao Filippo, ti ringrazio per i complimenti. Per lavorare al tuo computer in remoto puoi utilizzare TeamViewer, un applicazione gratuita per scopi privati. Spero di esserti stato d’aiuto. Se vuoi ricambiare lascia un like sulla mia pagina facebook ( https://www.facebook.com/mezzatestasalvatore ) 🙂

  • Simone
    Posted at 10:48h, 31 luglio Rispondi

    Gentile Salvatore! Ti ringrazio per questa guida ( e anche per quella da locale in remoto), in questo modo ho potuto creare il mio sito senza problemi. Ti volevo chiedere un consiglio. Avevo installato il sito in locale su Xampp su un pc ( che dovrò formattare). Come trasferisco il sito in locale dal “pc 1” al “pc 2 ” sempre in locale, dato che ancora non è finito?

    Grazie per l’attenzione!!

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 11:48h, 31 luglio Rispondi

      Ciao Simone, per effettuare il trasferimento puoi semplicemente copiare la cartella contenente tutti i file del sito worddpress che si trova dentro htdocs e incollarla nella cartella htdocs del nuovo pc. Successivamente puoi esportare il database da phpmyadmin e ed esportarlo nel nuovo computer. Dopodichè crea un nuovo DB dentro phpmyadmin del nuovo computer e importa il DB precedentemente esportato. Facendo così dovrebbe funzionare sicuramente.
      Se vuoi ricambiare per l’aiuto lascia pure un like sulla mia pagina Facebook ( https://www.facebook.com/mezzatestasalvatore ) 🙂
      Ciao!

      • simoe
        Posted at 12:20h, 31 luglio Rispondi

        mmmm.. e se avessi solo la cartella xamp con tutti i file e non potessi più accedere al sito MyAdmin per poter ricavare il file SQL? il pc A si è rotto e attraverso il Bios ho preso tutti i file! (ti ho messo “like” con il FB di mia sorella…io non ho FB =)

        Grazie mille per la risposta

        • Salvatore Mezzatesta
          Posted at 12:18h, 05 ottobre Rispondi

          Ciao Simone! Ti conviene eseguire una installazione pulita sul nuovo pc, in questo modo perderai meno tempo che a trovare un metodo per poter recuperare il database.
          Saluti!

  • Stefania
    Posted at 13:48h, 23 settembre Rispondi

    Ciao Salvatore, tutto chiaro, ho seguito la guida alla lettera ma Apache non si avvia.Di seguito ti invio quello che mi appare:
    13:42:32 [Apache] Status change detected: stopped
    13:42:32 [Apache] Error: Apache shutdown unexpectedly.
    13:42:32 [Apache] This may be due to a blocked port, missing dependencies,
    13:42:32 [Apache] improper privileges, a crash, or a shutdown by another method.
    13:42:32 [Apache] Press the Logs button to view error logs and check
    13:42:32 [Apache] the Windows Event Viewer for more clues
    13:42:32 [Apache] If you need more help, copy and post this
    13:42:32 [Apache] entire log window on the forums

    MySQL si avvia invece, e, l’installazione di wordpress non mi ha dato problemi, mi ha anche fatto registrare il sito, e ora posso usare tutto.
    Avrò problemi se Apache non si avvia?
    Ti ringrazio per l’attenzione,
    Stefania

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 12:17h, 05 ottobre Rispondi

      Ciao Stefania! Per caso utilizzi skype? Purtroppo skype va in conflitto con il modulo Apache. Per risolvere devi sostituire le porte di skype nel seguente modo:
      Su Skype vai in: Strumenti/Opzioni…/Impostazioni Avanzate/Conessione -> Leva la spunta dalla voce “Usa le porte 80 e 443 per le connessioni in ingresso aggiuntive”.

      Dopodichè devi chiudere Skype e XAMPP. Successivamente apri nuovamente XAMPP e prova ad avviare il modulo Apache. In questo modo dovresti aver risolto!
      Fammi sapere se sei riuscita!

  • Maria Paola
    Posted at 11:14h, 07 novembre Rispondi

    ciao Salvatore,
    intanto ti ringrazio per la guida super esauriente!
    Il punto è che non ho capito come usare il programma per gestire più siti di clienti diversi…ad ogni cliente è meglio assegnare un database diverso e un indirizzo di sito diverso?
    la cartella da rinominare su xampp con il nome del sito, può essere sempre la stessa?

    insomma,sono un po’ confusa…secondo te come ci si muove in questi casi?

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 13:10h, 11 gennaio Rispondi

      Ciao Maria Paola! Per creare più siti web in locale devi creare una cartella diversa per ogni sito che vuoi creare, con ovviamente i file di WordPress al loro interno. Successivamente crei un database per ogni sito che vuoi creare. In poche parole devi semplicemente ripetere i passaggi per ogni sito che vuoi creare. Spero di esserti stato d’aiuto!

  • Riccardo
    Posted at 17:22h, 28 novembre Rispondi

    PS. risolto con la modifica delle porte di skype ed un riavvio 😉 grazie!

  • PAOLO IUSCO
    Posted at 13:14h, 03 marzo Rispondi

    Buongiorno,

    vorrei un consiglio in merito alla gestione in locale di un sito web esistente.

    La situazione è la seguente:

    Ho creato il sito in ambiente xmapp [localhost/miosito] dopo averlo strutturato l’ho trasferito con il plugin Duplicator che a mio avviso è davvero utilissimo.

    Volevo comunque lavorare in locale mentre il sito è on-line, per testare plugin e verificarne la compatibilità per poi usarli sull’hosting.

    Mi chiedevo se è possibile dopo aver appunto settato e verificato l’assenza di problemi trasferire il tutto ma il mio dubbio è questo:

    Ricostruendo in locale il sito copiando le cartelle scaricate via FTP cosa succede ai permalink?

    Funziona lo stesso xmapp? Devo usare particolari procedure o accorgimenti?

    Spero di aver posto la mia domanda in modo chiaro.

    Grazie

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 11:54h, 04 aprile Rispondi

      Ciao Paolo, puoi rifare la stessa procedura fatta in precedenza con Duplicator quando hai effettuato tante modifiche sul sito in locale. Ti consiglio vivamente di effettuare un backup del sito online e del database, per sicurezza in modo tale da poter ripristinare il sito in caso di problemi. Inoltre ti consiglio di effettuare questo tipo di operazioni quando sai che c’è poco traffico sul sito online così da non perdere eventuale traffico. Spero di esserti stato d’aiuto! 🙂

  • Egidio
    Posted at 03:49h, 31 marzo Rispondi

    Ottima guida.. Chiara e semplice 😉

  • Sergio Filippi
    Posted at 06:29h, 20 aprile Rispondi

    Ciao Salvatore innanzi tutto complimenti per la tua guida estremamente chiara e utile.
    Essendo alle prime armi ho il seguente dubbio:
    Se utilizzo un tema e/o dei plugin a pagamento posso usarli contemporaneamente sulla mia installazione locale e una volta finita la fase di realizzazione/test pubblicare il sito o devo acquistare nuovamente il tema e/o il plugin per il sito in produzione.

    Grazie mille e buona giornata

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 21:38h, 29 aprile Rispondi

      Ciao Sergio, dipende dal tema che acquisti e dalla licenza che ti viene messa a disposizione. Comunque solitamente quando acquisti un tema ti viene data una licenza valida per un solo sito. Nel caso in cui vorrai usarlo anche su un altro sito dovrai acquistarlo nuovamente per poter disporre degli aggiornamenti e del supporto in caso di problemi con il tema. Spero di esserti stato di aiuto 🙂

  • Davide
    Posted at 00:06h, 22 aprile Rispondi

    Grazie chiarissima nella guida. Specialmente per chi come me si sta cimentando adesso nella creazione di siti web!

  • Paolo
    Posted at 12:04h, 01 maggio Rispondi

    Ottimo tutorial, è stato facile installare wordpress in locale seguendo questa guida, grazie ancora.

  • Marco
    Posted at 15:56h, 05 maggio Rispondi

    ciao salvatore, grazie in anticipo per la risposta, io arrivo fino al punto 5 dove ci sono da inserire i dati ma non conosco tutti i dati e siccome sono poco pratico non capisco dove e come posso reperirli , alcuni li so tipo il nome database, nome utente password,(che immagino siano quelle di wordpress quando ho comprato il dominio ) ma le ultime due non ne ho proprio idea. grazie in anticipo

  • Gianmaria Delfino
    Posted at 17:46h, 01 giugno Rispondi

    Ciao Grazie mille per la guida.
    volevo capire una cosa: ora sto testando ed installando un sito wordpres in locale.
    ma quando poi sarà pronto e lo vorrò passare in remoto (online) come faccio a recuperare le url create nelle varie pagine.
    per esempio ora la mia homepage si trova a questo indirizzo: http://127.0.0.1/wordpress/
    se in locale carico nuove pagine, non riesco a dargli la stessa url che gli vorrei dare quando sarà online.
    spero di essere stato chiaro e grazie per l’aiuto.

  • Il Giorno che Migrai a Wordpress | Delicatamente Perfido
    Posted at 18:48h, 02 giugno Rispondi

    […] un Mac, ti consiglio di dare un’occhiata alle preziosissime guide di Salvatore Aranzulla e Salvatore Mezzatesta (nomen est […]

  • Federica
    Posted at 21:30h, 07 giugno Rispondi

    Ciao Salvatore!! Complimenti per la guida. Sei stato chiarissimo. Grazie. Ma ora ho un problema: improvvisamente MySQL non funziona più, ovvero fa finta di partire e pochi secondi dopo ricompare “stop” (mentre Apache non da nessun problema). E mi presenta questo:
    Error: MySQL shutdown unexpectedly.
    21.28.09 [mysql] This may be due to a blocked port, missing dependencies,
    21.28.09 [mysql] improper privileges, a crash, or a shutdown by another method.
    21.28.09 [mysql] Press the Logs button to view error logs and check
    21.28.09 [mysql] the Windows Event Viewer for more clues
    21.28.09 [mysql] If you need more help, copy and post this
    21.28.09 [mysql] entire log window on the forums

    E’ possibile risolvere il problema?!

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 16:20h, 21 giugno Rispondi

      Ciao Federica! Ti ringrazio per i complimenti, sono felice di essere stato d’aiuto. Per quanto riguarda il tuo problema solitamente è dovuto alle porte di Apache che va in conflitto con Skype. Per risolvere ti consiglio di andare sulle opzioni avanzate di Skype -> Opzioni / Avanzate / Connessione -> Leva la spunta dalla voce “Usa le porte 80 e 443 per le connessioni in ingresso aggiuntive.“. Dopodichè Salva le impostazioni e riavvia il computer. In questo modo dovresti aver risolto. Fammi sapere se hai risolto! 😉

  • Lucia
    Posted at 16:53h, 11 settembre Rispondi

    Grazie Salvatore, guida chiarissima e utilissima!

  • Cos'è e Come funziona WordPress? - Salvatore Mezzatesta | Web & Mobile Marketing
    Posted at 12:14h, 07 ottobre Rispondi

    […] per creare il tuo sito web o blog gratis ed in pochissimi minuti ti consiglio di seguire la guida Come Installare WordPress in locale con XAMPP scritta personalmente per aiutarti a installare WordPress sul tuo computer in pochi e semplici […]

  • Alessandro
    Posted at 10:01h, 11 gennaio Rispondi

    Grazie mille!
    Guida molto chiara! 🙂

  • Street-News Blog
    Posted at 16:24h, 27 gennaio Rispondi

    […] punto apri una nuova finestra del browser e nella barra degli indirizzi scrivi quanto segue: localhost/nome-sito/wp-admin/install.php ( nome-sito deve essere sostituito con il nome che hai assegnato alla cartella di WordPress […]

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 10:32h, 16 febbraio Rispondi

      Anche se non copi tutto dal mio articolo mi faresti un favore, visto che ci sono dei link rubati dal mio articolo..

  • massimiliano
    Posted at 20:18h, 31 gennaio Rispondi

    ciao, io mi son bloccato alla schermata dove inserire utente password localhost etc. che dati sono quelli. devo inserire queeli con i quali solitamente mi connetto a wp online? e localhost?

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 10:34h, 16 febbraio Rispondi

      Ciao Massimiliano, potresti darmi ulteriori indicazioni su quale step ti appare questo problema? Grazie 🙂

  • gianny
    Posted at 22:41h, 08 febbraio Rispondi

    Warning: require_once(C:\xampp\htdocs\wordpress/admin.php): failed to open stream: No such file or directory in C:\xampp\htdocs\wordpress\index.php on line 10

    Fatal error: require_once(): Failed opening required ‘C:\xampp\htdocs\wordpress/admin.php’ (include_path=’C:\xampp\php\PEAR’) in C:\xampp\htdocs\wordpress\index.php on line 10

    puoi aiutarmi a risolvere questo porblema lavoro in localhost

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 23:51h, 12 aprile Rispondi

      Ciao Gianny, sicuro di aver seguito tutti i passi correttamente? Di solito quell’errore compare se ci sono dei file mancanti. Riprova da capo seguendo ogni singolo punto, magari riesci a risolvere 😉

  • Matteo
    Posted at 13:02h, 23 marzo Rispondi

    Ciao Salvatore, io sono bloccato al punto 1 in quanto ho un sistema windows 64bit mentre nella pagina XAMPP è possibile scaricare solo versioni a 32bit… come posso fare? Grazie miile in anticipo

  • Matteo
    Posted at 23:31h, 23 marzo Rispondi

    Ciao Salvatore scusa se ti chiedo ma nella pagina XAMPP permette di scaricare solo versioni di windows a 32bit io che ad esempio ho windows a 64bit cosa dovrei scaricare?
    grazie in anticipo per la risposta

    • Salvatore Mezzatesta
      Posted at 23:48h, 12 aprile Rispondi

      Ciao Matteo! Puoi scaricare tranquillamente la versione a 32 bit, non cambia nulla nell’uso quotidiano 🙂

  • Roberto Casadei
    Posted at 09:39h, 24 marzo Rispondi

    Ciao Salvatore! Complienti! Mi hai aperto un mondo!

  • [ GUIDA ] Come trasferire un Sito Wordpress da locale a remoto
    Posted at 15:40h, 28 giugno Rispondi

    […] Creare un Sito Web […]

  • [GUIDA] Come creare un profilo Instagram di successo
    Posted at 15:22h, 06 luglio Rispondi

    […] Creare un sito […]

Post A Comment